ASSOCIAZIONE NAZIONALE MARINAI D'ITALIA GRUPPO T.V.G.MIRAGLIA   LUGO DI ROMAGNA



HOME
Archivio
Biblioteca
Chi siamo
Consiglio Direttivo
Iscrizione
Link
Paolo Plazzi
Preghiera del Marinaio
Video uscita in mare
Video Centenario Padre Igino Lega

Video raduno Nazionale Gaeta
Centenario nascita Padre Lega
Solidarietà Marinara terremoto Emilia Romagna
 
Santa Barbara 2012
Festa della Marina Militare 2014
Mostra centenario morte Miraglia

Inaugurazione rotonda Lega

 

Guestbook

  clicca qui

Aggiornato al 09/11/2015
web master Domenico Meduri
costruito novembre 2011


 




                                                

  Prossima apertura nuova sede ANMI  Lugo

Biografia 

Il lughese Giuseppe Miraglia, uno dei primi aviatori della Regia Marina e il primo italiano a cui venne intitolata una ‘portaerei’.

Giuseppe Miraglia nacque a Lugo il 21 giugno 1883 (atto di nascita n.434), terzogenito di tre figli, e morì a Venezia il 21 dicembre 1915, curiosamente, come si vede, nascendo nel solstizio d’estate e morendo nel solstizio d’inverno. Le sue radici affondarono in una città che dette i natali a grandi personaggi dell’aviazione, quali il famoso Asso degli assi M.O.V.M. maggiore Francesco Baracca
Suo padre era il commendatore Nicola Miraglia,
Sua madre, Elena Mazzarini discendeva da un’antica famiglia patrizia e benemerita di Lugo,. la nonna materna invece fu Daria Zauli degli Zauli di Baccagnano, un’antica famiglia nobiliare del XIII secolo delle colline di Faenza.
Fratello maggiore di Giuseppe era Luigi, nato a Roma il 6 novembre 1876, che fece carriera nella Regia Marina, arrivando al grado di contrammiraglio ed aiutante di campo del re nel 1930.
Nell’anno 1883, come spesso era d’uso per le gestanti in procinto di partorire, pure Elena Mazzarini di trentasei anni, allora residente con il marito a Roma, era ritornata nella città natìa presso la madre per il travaglio del parto, precisamente nella villa di famiglia situata nella borgata San Potito di Lugo in via Sant’Andrea 51. Fu per questa ragione che il figlioletto terzogenito venne alla luce a Lugo, mentre il padre era lontano dalla città, e portato al fonte battesimale della chiesetta di San Potito, dove gli vennero posti i nomi di Giuseppe, Maria, Luigi, Nicola, Michele, Biagio.
 


 

L'uomo degli altri Giuseppe Bartolotti il percorso di una vita Longanesi Cattani il miglior comandante fra i comandanti migliori Paolo Plazzi Un Marinaio sulle onde della storia