Intitolazione rotonda stradale Padre Igino Lega
cappellano militare Regia Marina  M.O.V.M.

 

Home




   Intitolazione rotonda Lega

 

Con l’inaugurazione a Lugo di Romagna, di una rotonda stradale posta davanti al Giardino Marinai D’Italia, si è conclusa, domenica scorsa, la due giorni di  festeggiamenti dedicati a Padre Igino Lega SJ, gesuita e cappellano militare M.O.V.M., nato a Brisighella agli inizi del secolo scorso. La manifestazione romagnola aveva avuto inizio, appunto, a Brisighella con una Santa Messa officiata in cattedrale dal Rev. Mons. Don Elvio Chiari  alla presenza del Sindaco Dott. Davide Missiroli e del Sindaco di Faenza  Dott. Giovanni Malpezzi  per poi proseguire, il giorno seguente, a Lugo al Parco Marinai d’Italia alla presenza di autorità civili e militari, per i primi: il Sindaco Sig. Davide Ranalli, il Rag. Giannantonio Mingozzi Consigliere Provinciale (Ravenna), il vescovo di Imola S.E. Rev.ma Mons. Tommaso Ghirelli, Don Bruno Resta rettore del Santuario della Beata vergine delle Grazie di Lugo; per i secondi:  Il CF (GN) Marco Mascellani e Signora Luisa, rappresentanze dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia, della Guardia di Finanza, della Capitaneria di Porto, della Polizia Municipale.

Non hanno, inoltre, mancato di presenziare le  Associazioni Combattentistiche e d'Arma da e fuori regione, fra le quali  i gruppi A.N.M.I. di: Gallarate, Desenzano del Garda, Modena, Bologna, Imola, Ferrara, Porto Garibaldi, Comacchio, Goro-Gorino, Ravenna, Montevarchi; l’A.N.C. Lugo, l’A.N.F.I. Lugo, l’A.N.A. di Lugo e Brisighella, l’A.N.P.S. Lugo, le A.A.A. di Gallarate e Lugo (quest’ultima col  Presidente Giovanni Baracca discendente del nostro Eroe Lughese Francesco Baracca M.O.V.M.), le Infermiere Volontarie, l’U.N.U.C.I. Lugo, l’U.N.U.C.I. Ravenna (la cui sede è intestata a Padre Lega), i Cavalieri Templari e l’A.N.P.I. di Lugo,  con i loro vessilli e Bandiere; il Medagliere dei Reduci di Lero, i Medaglieri del nastro Azzurro di:  Ravenna, Lugo e  Bologna.  Per le associazioni civili: l’A.C.L.I. di Lugo e le associazioni CNA e Confartigianato.  Erano presenti inoltre i Gonfaloni dei comuni di Lugo e Brisighella, la bandiera del Comune di Gallarate  accompagnata dalla Dott. Manuela Solinas e per ultimo ma non meno importante  Il Consigliere Nazionale A.N.M.I. E.R. nonché nostro Presidente Onorario Avv. Angelo Bartolotti in rappresentanza del P.N. Amm. Sq. (r) Paolo Pagnottella.

La cerimonia, svoltasi al giardino Marinai d'Italia, è iniziata con l’entrata del nostro più giovane Associato, il Dott. Marco Spina, con un cuscino sul quale faceva bella mostra di sè la medaglia d’oro conferita a Padre Lega in riconoscimento del coraggio e abnegazione  dimostrata al fianco dei marinai Italiani a Lero nella seconda Guerra Mondiale, seguita dai medaglieri, gonfaloni dei comuni, i labari e vessilli dell'Associazioni d'Arma.

Il suono del fischietto da nocchiere ha, come da tradizione marinara, accompagnato il rito dell’alzabandiera e i vessilli della Marina Militare e dell’Unione Europea hanno sventolato sul pennone del monumento ai Caduti del Mare.

E’ poi iniziata la funzione religiosa concelebrata dal vescovo S.E. Mons Tommaso Ghirelli e dal sacerdote Don Bruno Resta, al termine della quale
  il nostro Presidente Onorario ha recitato la preghiera del Marinaio; si è poi proseguito con la posa corona e gli onori ai caduti ai quali sono seguite le allocuzioni di benvenuto  da parte del presidente Giovanni Riccipetitoni, del Sindaco di Lugo sig. Davide Ranalli, e, infine, il caloroso intervento dell’avv. Angelo Bartolotti  che ha ricordato la figura di Padre  Igino Lega, letto le motivazioni del conferimento della medaglia d’oro V. M.  e introdotto allo scoprimento di due targhe: una toponomastica al centro della rotonda, l’altra, nell’area verde antistante il Giardino e recante una breve biografia di Padre Lega.  
Madrina della cerimonia è stata la nipote del gesuita, la Prof. Bernardetta Zucchini e da oggi anche la città di Lugo ricorda questo personaggio; un cappellano di marina in via di
  beatificazione che, però, per  i marinai è già Santo.

Il Vice Presidente Domenico Meduri

 

Ringraziamenti

Voglio ringraziare tutti coloro che col loro aiuto e/o con la loro presenza hanno reso questa manifestazione un evento che ricorderemo sempre con tanto piacere:

-          Il Sig. Sindaco Davide Ranalli e l’amministrazione comunale tutta per averci, appunto, permesso di intitolare la rotonda a Padre Lega e averci dato piena collaborazione logistica; un grazie particolare anche alla Sig.ra Versari e al  Sig. Poggiali;

-          Il Sindaco di Brisighella Davide Missiroli e il Sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi;

-          S. E. Rev.ma Mons. Tommaso Ghirelli e Don Bruno Resta che hanno gentilmente officiato il Servizio Religioso;

-          Il Rev. Mons. Don Elvio Chiari  per le belle parole dedicate a Padre Lega durante il rito brisighellese e per la disponibilità mostrata nei nostri confronti;

-          La Ditta Ste.Mi di Sant’Agata Sul Santerno che a titolo quasi gratuito ha realizzato la targa in acciaio inox recante la biografia di Padre Lega;

-          Un ringraziamento anche alla stampa che si è ricordata di noi, in particolare a Daniele Filippi, Giuseppe Falconi e Ennio Iezzi;

-          Autorità civili e militari, Associazioni d’Arma, e cittadini comuni che hanno condiviso con noi questa magnifica giornata amenamente terminata davanti a una tavola imbandita all’accogliente Ristorante Bocon Divino;

-          Ultimi, ma non meno importanti, tutti i Soci del Gruppo G. Miraglia che in questi mesi si sono prodigati per l’organizzazione e la realizzazione di questa manifestazione.

Il Presidente Giovanni Riccipetiton

Intitolata a don Igino Lega la rotatoria tra via Acquacalda e via di Giù

La cerimonia si è svolta nell’adiacente giardino “Marinai d’Italia” di via Acquacalda. 

La celebrazione è avvenuta alla presenza di gonfaloni, labari, bandiere associazioni d’arma, delle ACLI e autorità civili, militari e religiose.

Erano presenti gli eredi di Lega, il sindaco di Lugo Davide Ranalli, il presidente della sezione Anmi di Lugo Giovanni Riccipetitoni, il consigliere nazionale dell’Anmi Angelo Bartolotti. 

Sul posto anche una rappresentanza della città di Gallarate, dove Lega ha continuato a svolgere la sua missione nel dopoguerra e del Circolo ACLi di Lugo.   

La funzione religiosa è stata celebrata dal vescovo della diocesi di Imola, monsignor Tommaso Ghirelli.
 

Oltre all’intitolazione della rotonda, è stata scoperta una targa commemorativa all’ingresso del giardino.
 

L’iniziativa è stata organizzata dall’associazione nazionale marinai d’Italia - Gruppo T.V. Giuseppe Miraglia di Lugo.
 

Igino Lega (Brisighella, 14 novembre 1911 - Varese, 23 marzo 1951) è stato un gesuita e militare italiano. 

Durante la Seconda guerra mondiale venne insignito della Medaglia d'oro al valor militare per aver eroicamente partecipato alla difesa dell'Isola di Lero contro le forze tedesche. 

La sezione lughese dell’Anmi è tra le più antiche d’Italia ed è responsabile anche del comprensorio faentino.
t )

 A padre Igino Lega è intitolata una rotonda a Lugo 
di Ennio Iezzi

L’angolo marino - potremmo chiamarlo così - di Lugo si è arricchito di un ulteriore tassello di pregio.

Dove un bel giardino era stato intitolato ai “Marinai d’Italia” , un busto recava l’effige del protagonista de “Il Notturno” di D’Annunzio: Giuseppe Miraglia aviatore di Marina e medaglia d’argento al valor militare, da Domenica 11 conta anche una rotonda dedicata ad un eroe dei marinai, padre Igino Lega da Brisighella.

Fautori di questa iniziativa sono stati i responsabili e soci del Gruppo di Lugo dell’Associazione nazionale marinai d’Italia che non hanno lesinato sacrifici per una cerimonia d’intitolazione che è andata al di là delle aspettative sia dell’amministrazione comunale di Lugo che degli stessi marinai, tanto era affollata l’aera verde dove il vescovo di Imola e Lugo, monsignor Ghirelli e don Bruno Resta hanno concelebrato la santa messa in memoria dei caduti del mare. 

A far loro da corollario numerosi marinai dell’Anmi provenienti oltre che da tutta la Romagna, dalla Lombardia e dalle Marche. Oltre alle bandiere marinare erano presenti labari del Nastro Azzurro (tre delegazioni), dell’Aeronautica (tre delegazioni), acli, carabinieri, polizia, finanzieri, granatieri, bersaglieri, alpini, unuci, templari, cri ed ultimo, ma non ultimo il toccante consunto labaro del gruppo dei reduci dell’isola di Lero traboccante di medaglie d’oro, d’argento e di bronzo. Spiccavano i gonfaloni di Lugo e del Comune di Brisighella, città natale di padre Lega. 

Numeroso anche il gruppo delle autorità civili e militari locali e della provincia, insieme ad alcuni famigliari del padre gesuita cappellano.

Ma perché la figura di un forestiero come padre Lega ha avuto così successo a Lugo? 

La ragione è da ricercarsi nell’azione promossa dall’avvocato Angelo Bartolotti consigliere nazionale Anmi e dal presidente Anmi Lugo Giovanni Riccipetitoni che già cinque anni fa fecero conoscere ai lughesi questa singolare figura di sacerdote dei marinai. 

Egli si sacrificò al di là delle proprie forze percorrendo con scarpe malmesse aspri sentieri montani incurante dei bombardamenti, del pericolo e delle pallottole che fischiavano attorno negli attacchi dei tedeschi all’isola di Lero difesa dagli italiani, recando conforto di fede ed anche alimentare a quanti stavano soffrendo. 

Per i “suoi” marinai egli fu un faro in un momento di tanto sangue e sofferenza, e lui stesso non volle abbandonarli seguendoli anche nei lager. Oltre a questa dedizione che tocca i confini dell’umana promozione, egli riuscì ad instillare loro la fede in un mondo migliore e le sue parole e gesti salvarono la vita e soprattutto la coscienza a molti.

Il perché poi l’Anmi di Lugo ha promosso questa manifestazione, oltre alla mera riconoscenza di ’figli verso un padre’, è il fatto che Brisighella, come Faenza, rientra nell’ambito del Gruppo Lughese intitolato a Giuseppe Miraglia.

Così da Domenica i lughesi hanno una nuova figura per la quale auspicare la beatificazione: padre Igino Lega, il ‘santo’ dei marinai.

Enio Iezzi


                                           le immagini provengono dal sito pavaglionelugo.net


le immagini sono di proprietà ANMI Lugo 

     
       



Se vuoi vedere il video intero della cerimonia clicca  qui  il video è di proprietà dell' Associazione  Nazionale  Marinai  d'Italia  di Lugo di Romagna
riprese effettuate Signora Manuela Marcucci .